foto_wellness

Capita spesso che le persone non stiano bene con se stesse e con l’immagine riflessa nello specchio, che si sentano fuori posto e non siano felici. Con le conseguenze di non riuscire a sbloccare la propria seduttività, di non riuscire ad ottenere il livello di prestazioni che desiderano o di vivere la vita come qualcosa di difficile e pesante piuttosto che come un viaggio straordinario.

Il mio ruolo consiste nell’affiancare queste persone con un percorso personalizzato che permetta loro di sviluppare le abitudini mentali e fisiche del benessere costante.

Questo percorso può prevedere un lavoro totalmente centrato sulla parte mentale e quindi una sorta di “riallineamento” in cui la mente viene allenata a pensare in modo produttivo sviluppando l’ atteggiamento potenziante che è alla base del benessere emozionale.


donna_tocca_acqua
Quando il disagio è determinato anche da un aspetto fisico poco soddisfacente si aggiungono altre due fasi che contribuiscono alla creazione di un vero e proprio ‘flusso del benessere’.La fase di consapevolezza del corpo e delle sue capacità, con percorsi di allenamento e di alimentazione mirati in cui il corpo si trasforma assumendo la forma ideale.
Ed infine una terza ed ultima fase in cui mente e corpo possono iniziare a collaborare e sostenersi reciprocamente creando una forza che si autoalimenta e dura nel tempo.
È nel momento delle decisioni che si crea il tuo destino (A. Robbins)